Le case di oggi non sono grandi come quelle di una volta e sempre più spesso, quindi, si ha a che fare con ambienti la cui metratura è davvero piccola. Anche se tutti siamo d’accordo nel pensare che sarebbe meglio avere tutte stanze grandi e una piccola reggia tutta per noi, è pur vero che bisogna adattarsi e fare i conti con il proprio portafogli. Con l’astuzia però e qualche segreto da interior designer anche un piccolo appartamento può diventare più grande come per magia.

Rendere confortevole e accogliente una stanza che di metri quadrati ne ha veramente pochi è più facile di quanto tu possa credere. Specialmente oggi che i prodotti per la casa, le decorazioni e i mobili si trovano anche online, infatti, si ha accesso a una quantità di merce pressoché infinita. Quando la stanza è piccola è indispensabile far sì di sfruttare bene lo spazio, anche gli angoli angusti e prestare particolare attenzione alla luce. Tutto questo senza dover tuttavia rinunciare a nulla, quanto piuttosto scendere a compromessi.

Come allargare lo spazio

Per far sembrare lo spazio più ampio e respirabile la cosa migliore è optare per colori chiari un po’ per tutto, sia per pavimenti e pareti che per gli arredi. Il total white darà proprio la sensazione di leggerezza e all’occhio allargherà lo spazio. Questo è importante per poter così arredare tutti i lati, anche quando lo spazio è ridotto.

In realtà la cosa più opportuna proprio per sfruttare lo spazio e avere una buona resa ottica è quella di arredare con mobili due pareti su tre (senza contare quella con l’accesso). Gli arredi al centro sono invece sconsigliati perché tagliano la metratura, senza contare che in una stanza piccola ostacolano il passaggio delle persone.

Per ingrandire una stanza non è detto che bisogna rinunciare alle decorazioni in assoluto, ma che bisogna un po’ ingegnarsi. Invece che mettere un quadro per esempio si potrebbero adottare degli stickers, come i Leostickers da parete. L’ingombro è zero e l’effetto può essere davvero strabiliante. Meglio scegliere elementi di piccola media dimensione per non appesantire lo spazio e lasciare molto “bianco” della parete a vista. Altri validi alleati per allargare lo spazio sono gli specchi: se ci pensiamo bene lo spazio con lo specchio praticamente raddoppia.

Le regole per arredare una mini stanza

Come abbiamo detto, ogni centimetro quadrato, in una stanza piccola, va sfruttato bene. Ecco che quindi diventa fondamentale sfruttare le nicchie e gli angoli. Esatto, proprio quelli che pensavate vi portassero via spazio e basta sono invece risorse inaspettate. In una stanza piccola questo è importantissimo. Una rientranza può infatti diventare sfruttabilissima mettendoci semplicemente qualche mensola per trasformarla in una libreria o in un armadio a muro. Il cartongessista o il falegname saranno per questo validi aiutanti.

I mobili di una stanza piccola dovrebbero essere bassi cosicché non catturino troppo l’attenzione appena si entra. L’ambiente deve infatti sembrare sgombro e spazioso. I mobili dovrebbero essere possibilmente stondati, meno definiti e “calcolabili”. Gli arredi in generale dovrebbero essere lunghi e stretti, cioè poco profondi rispetto magari al solito. Purtroppo cose come i tappeti sarebbero da evitare, specie nella versione maxi, ma se proprio non è possibile sarebbe meglio optare anche in questo caso per colori chiari.